Grazie all'edge computing con infrastrutture di alimentazione e rack, il sistema scolastico svedese ottimizza la continuità e riduce i costi di assistenza

Secondo la classifica, la Svezia occupa il secondo posto - dopo il Canada - nella classifica "Best Quality of Life 2019", pubblicata sull'US News and World Report. Uno degli elementi chiave del successo svedese è un sistema educativo moderno.

La maggior parte delle scuole svedesi è connessa tramite fibra ottica, per ampliare la larghezza di banda e facilitare l'accesso a Internet. Gli insegnanti impiegano strumenti didattici basati sul Web. Gli studenti utilizzano quotidianamente iPad e PC portatili. Le comunicazioni basilari tra i membri del personale scolastico avvengono tramite telefoni IP. Questa tendenza è globale.

SISAB (Skolfastigheter I Stockholm AB) è l'organizzazione che possiede e gestisce la maggior parte delle strutture scolastiche e prescolastiche della città di Stoccolma, compresi 2500 edifici (600 proprietà) che ogni giorno ospitano circa 200.000 bambini e adulti. La qualità dell'istruzione fornita in queste strutture spesso dipende dalla resilienza e dalle performance dei sistemi edge computing, che contribuiscono a migliorare i meccanismi di apprendimento.

Dalle "classi tradizionali" alle "classi digitali"

Al giorno d'oggi, gli studenti di Stoccolma hanno bisogno della tecnologia per portare avanti i propri studi. Le interruzioni si ripercuotono negativamente sull'apprendimento degli studenti, dal momento che molti degli strumenti che utilizzano sono interconnessi. Per garantire un accesso stabile a Internet e una comunicazione che funzioni perfettamente – anche in caso di interruzioni di servizio – SISAB ha deciso di modernizzare sistemi e apparecchiature informatiche dei propri sistemi edge computing con una soluzione standardizzata, sicura e affidabile, afferma Mats Carlqvist di SISAB.

Per questo motivo, SISAB si è rivolta ad APC by Schneider Electric (APC) tramite Örnsbergs El & Data - partner tecnologico per i servizi di installazione e assistenza di SISAB da 15 anni - allo scopo di fornire alle scuole una soluzione in grado di consolidare le sue strutture edge computing. I sistemi nelle scuole erano ubicati nei seminterrati degli edifici scolastici. I dirigenti di SISAB chiedevano una soluzione sicura e affidabile, in grado di garantire la continuità agli amministratori scolastici. In caso di disturbi ai sistemi informatici, gli studenti devono continuare a imparare e le aule devono continuare a funzionare.

SISAB, già cliente di Schneider Electric (attualmente SISAB utilizza sistemi BMS di Schneider Electric per la gestione degli edifici), era alla ricerca di un partner per intraprendere un percorso di modernizzazione basato sull'implementazione di tecnologie IoT (Internet of Things).

Soluzione dei problemi infrastrutturali ed eliminazione di costi inutilmente elevati

Le scuole del distretto cittadino di Stoccolma utilizzavano gruppi di continuità obsoleti in ambienti informatici ubicati nei seminterrati. Di conseguenza, era necessario inviare tecnici regolarmente per risolvere errori e allarmi causati dalle batterie scadenti o mal funzionanti degli UPS. Per tale motivo, i tecnici sprecavano parecchio tempo per recarsi da una sede all'altra allo scopo di garantire un'adeguata manutenzione di queste unità in tutta la regione.

I 120 ambienti informatici comprendevano svariate apparecchiature, ad esempio switch di comunicazione, router, server BMS, UPS autonomi e rack aperti. Nessuna di queste risorse era centralizzata e alcune apparecchiature erano semplicemente appese alle pareti.

SISAB ha quindi scelto di modernizzare le proprie sedi e le relative apparecchiature informatiche in vari modi. In primo luogo, voleva che le risorse informatiche fossero protette e installate in un armadio sicuro. In secondo luogo, per migliorare la continuità del sistema, voleva una soluzione UPS in grado di migliorare l'autonomia e le performance delle batterie. In terzo luogo, voleva la possibilità di controllare da remoto gli switch di alimentazione dei rack, per evitare tempi e costi dovuti all'invio di tecnici di assistenza solo per il riavvio manuale di uno switch, un'operazione che richiede meno di 5 minuti.

Le soluzioni APC by Schneider Electric forniscono una tecnologia sicura e affidabile

In qualità di fornitore leader di apparecchiature per l'edge computing, APC ha proposto una soluzione che include Smart-UPS con batterie agli ioni di litio, armadi NetShelter e PDU Smart Rack in tutte le 120 sedi informatiche.

Questa soluzione ha garantito una serie di vantaggi significativi al team di gestione delle strutture:

  • Semplificazione dell'assistenza grazie alla standardizzazione: attrezzando ogni sede con apparecchiature rack, UPS e PDU identiche, SISAB ha semplificato notevolmente il lavoro del personale di assistenza che sa cosa aspettarsi quando riceve una chiamata. Il processo di ordinazione dei ricambi è diventato rapido e semplice, e lo stress del personale di assistenza si è ridotto notevolmente mano a mano che ha acquisito familiarità con gli impianti in tutta la regione.
  • Funzionalità di monitoraggio remoto: le PDU intelligenti consentono il riavvio dei sistemi da remoto. In questo modo non occorre l'intervento fisico di un tecnico. Ciò consente di risparmiare il tempo necessario per spostarsi da un sito all'altro, spesso in mezzo al traffico.
  • Sicurezza avanzata: invece di distribuire in maniera confusa le apparecchiature negli ambienti informatici, i sistemi informatici e di rete attualmente sono centralizzati e ospitati in un unico rack sicuro, collocato in un locale chiuso a chiave, con accesso consentito solo al personale autorizzato. Ciò ha contribuito a ridurre i casi di errore umano.
  • Maggiore disponibilità e continuità dei sistemi: i nuovi dispositivi di protezione dell'alimentazione Smart-UPS sono dotati di batterie agli ioni di litio. Rispetto alle unità UPS tradizionali, il nuovo UPS e le batterie sono forniti con un lungo periodo di garanzia (5 anni) e sono caratterizzati da un ciclo di vita previsto più ampio (8-10 anni). Di conseguenza, per sostituire le batterie saranno inviati meno tecnici, l'autonomia aumenterà (riducendo al minimo l'impatto di eventuali problemi di alimentazione) e l'ingombro nell'armadio informatico sicuro sarà inferiore. Sono stati installati anche sensori di temperatura e umidità che controllano e comunicano le condizioni ambientali nella piccola sala dati, in modo da evitare interruzioni impreviste causate da un eccesso di umidità o da oscillazioni eccessive della temperatura.

In questo modo, "i tempi di risposta e i costi associati all'invio di tecnici per il riavvio delle apparecchiature si ridurranno notevolmente", afferma Stefan di Örnsbergs El & Data.

Grazie all'implementazione della nuova infrastruttura informatica edge computing, ora gli amministratori di SISAB sono certi che gli studenti, gli insegnanti e il personale potranno accedere alle informazioni necessarie quando ne avranno bisogno, senza interruzioni.

Istruzione all'avanguardia

Vuoi approfondire i vantaggi dell'edge computing per facilitare la trasformazione digitale?
Scopri di più