Dopo la grande notte degli Emmy di Breaking Bad - Reazioni collaterali (e le false notizie di una sesta stagione), ho ripensato a questa serie televisiva e a come fosse ben realizzata da molti punti di vista. Mi aveva affascinato non solo la trama principale, ma anche il significato nascosto da cui si potevano ricavare importanti insegnamenti, applicabili anche all'uso e all'adozione della tecnologia. Il grande messaggio di Breaking Bad è questo: chiunque è in grado di produrre perle di saggezza. Prendiamo ad esempio il personaggio di Mike, un ex poliziotto diventato cattivo che parla degli errori commessi nella sua vita con il protagonista della serie, Walt. "La morale è che è sbagliato adottare mezze misure, perché non risolvono niente. È un errore che non ripeterò. Basta mezze misure, Walter." – Mike

Per me è stata una delle migliori scene della serie, una delle più belle della storia della TV. Ovviamente Mike non è il solo a trovarsi in queste situazioni. Nella vita tutti noi ci abbandoniamo alle mezze misure e scegliamo le scorciatoie più comode in varie situazioni:

  1. quando crediamo che una cosa non sia importante; 
  2. quando capiamo che è importante ma non ce la sentiamo di dedicare tempo, fatica e denaro per andare fino in fondo;
  3. quando non capiamo l'importanza di una cosa e ci comportiamo come se non fosse importante.

Con la diffusione degli ambienti domestici connessi, siccome siamo troppo impegnati ci comportiamo come nel terzo caso. Per comprendere pienamente l'importanza sempre maggiore delle reti domestiche, consideriamo alcuni punti del Virtual Networking Index Cisco:
  • 2/3 di tutti i tablet sono sprovvisti di funzioni telefoniche e possono essere utilizzati solo tramite connessioni Wi-Fi;
  • il 45% di tutti i dati mobili viene scaricato tramite Wi-Fi e non tramite la rete telefonica cellulare;
  • il tasso composto di crescita annuale del traffico dati mobili nel 2018 raggiungerà il 50% in America del Nord e in Europa Occidentale, e il 70% in Africa e nel Medio Oriente.
Valutando queste considerazioni, stupisce che gran parte delle reti domestiche attuali e dei dispositivi connessi non sia protetta: un chiaro esempio di mezza misura. L'unica spiegazione che mi viene in mente è questa: le persone non hanno compreso l'importanza critica delle reti domestiche nella vita quotidiana e non sono consapevoli della facilità con cui si possono proteggere anche in caso di blackout.

A prescindere dall'uso della rete domestica (film in streaming, connessione Wi-Fi per il cellulare, telelavoro, gioco ecc.), è essenziale proteggerla con una batteria di riserva che garantisca un'autonomia sufficiente in caso di blackout prolungati. Un'autonomia di mezz'ora spesso è il requisito minimo, ma potrebbe essere necessaria un'autonomia maggiore a seconda del luogo in cui si vive e dall'uso più o meno massiccio della rete.

Per valutare meglio i requisiti specifici, provate il tool di autovalutazione di APC by Schneider Electric (qui). In alternativa, qui sono citate alcune soluzioni all'avanguardia che garantiscono un'autonomia maggiore (circa 4,5 ore) per alimentare le apparecchiature collegate alla rete domestica.

La rete domestica è una risorsa preziosissima, per cui non conta il modo con cui si decide di proteggerla, ma l'importante è farlo fino in fondo, senza mezze misure.