È stato interessante passare un paio di giorni nel padiglione Schneider Electric in occasione dell'Interop del 2014 a Las Vegas, specialmente perché ho incontrato molti clienti che hanno raccontato storie interessanti sulla loro esperienza positiva con i prodotti Schneider Electric.

È stato bello anche incontrare alcune persone che hanno visitato l'Interop tutte le volte che io ci sono stato, cioè quasi dall'inizio. La mia prima presenza all'Interop risale all'inizio degli anni '90, come giornalista per il Network World, quando l'evento era solo un'occasione di incontro per esperti di UNIX e TCP/IP. A quei tempi, aziende come Cisco erano appena agli albori e si usava fare grandi feste.

Uno dei frequentatori dell'evento di quest'anno è stato Broome, responsabile tecnico di Linq3 Technologies, un'azienda che sviluppa software per la vendita dei biglietti della lotteria con vari sistemi, ad esempio nei bancomat e nelle pompe di benzina. L'azienda ha appena cinque anni, ma l'esperienza di Broome con APC è ventennale. Broome, quindi, ha parlato dei progressi tecnologici dell'azienda e dell'Interop.

Per Broome, il valore dei prodotti Schneider Electric si apprezza negli uffici amministrativi più che nel Data Center. Il Data Center si trova in una struttura in co-location dotata di due fonti di alimentazione dalla rete elettrica e da un generatore di riserva. Ciononostante, in ogni rack aziendale è presente una PDU gestita di APC by Schneider Electric, che “garantisce la connettività e il controllo totale dell'alimentazione di ogni macchina”, afferma Broome.

Gli edifici amministrativi aziendali sono un'altra storia. "L'alimentazione è particolarmente inaffidabile", sostiene Broome. "In un solo mese nelle nostre sedi amministrative abbiamo subito vari blackout".

L'unico generatore di riserva alimenta l'edificio ed è utilizzato per fornire elettricità agli ascensori, all'illuminazione di emergenza ecc., non agli occupanti.  Per tale motivo, Broome utilizza Smart-UPS APC by Schneider Electric per garantire l'alimentazione di riserva dei computer degli uffici e degli switch che forniscono le connessioni di rete al Data Center remoto.

“Ci affidiamo a questi UPS per gestire i frequenti cali di tensione e blackout”, aggiunge Broome, che durano da 5 minuti a mezz'ora. Le unità Smart-UPS consentono di affrontare i blackout più brevi, mentre in caso di blackout più lunghi garantiscono l'arresto graduale dei macchinari aziendali in modo da evitare perdite e riprendere rapidamente il lavoro al ritorno della corrente.

Vista la sua lunga esperienza con l'informatica e i prodotti APC, ho chiesto a Broome la sua opinione circa i progressi della linea di prodotti negli anni.

"Ciò che non è mai mancato è l'eccezionale solidità”, ha risposto Broome. "Chiaramente l'efficienza è stata migliorata, i prezzi sono diminuiti e le funzionalità di monitoraggio e gestione si sono evolute; le batterie, inoltre, durano più a lungo.  Insomma, nessuna nota negativa".

Ho formulato una domanda simile anche sull'Interop. "Prima era un evento squisitamente tecnico, senza questi meravigliosi padiglioni", afferma Broome. "Ora abbiamo anche questi bellissimi padiglioni con i progressi tecnologici più recenti e l'Interop è diventato un evento molto più commerciale".

E io non posso che essere pienamente d'accordo. Guardate il video dell'intervista completa a Broome.